Soluzioni articolari: gomito

Il gomito è un'articolazione complessa che coinvolge tre ossa: omero, ulna e radio. Se una di queste ossa si sviluppa in modo anomalo (displasia del gomito), la loro articolazione non è più fisiologica, il che porta ad una sfavorevole concentrazione di forze e conseguente danneggiamento della cartilagine e di altri tessuti dell'articolazione. Diagnostichiamo la displasia del gomito più comunemente nei cani di taglia grande e gigante, spesso bilateralmente fino a 80% dei cani di una razza particolare (bovaro del bernese, pastore tedesco e golden retriever).

La displasia del gomito è un termine generico per le seguenti condizioni: 

  1. Processus Coronoideus frammentato – FCP/MCD
  2. Processo anconeo non unito – UAP
  3. Osteocondrosi
  4. Incongruenza congiunta

Il trattamento dipende dall'età dell'animale. 

Sui cani che hanno circa quattro mesi, i chirurghi spesso eseguono l'osteotomia dell'ulna distale (DUO), l'osteotomia obliqua dell'ulna prossimale (PUO) e l'osteotomia obliqua/di allungamento del raggio prossimale. La decisione su quale metodo utilizzare dipenderà dalla gravità e dalle combinazioni di condizioni.

Una volta che un paziente è scheletricamente maturo a un anno o più, la rimozione di un frammento fornirà un beneficio temporaneo, ma la zoppia tornerà e la progressione della malattia persisterà.

La procedura di osteotomia ulnare abducente prossimale (PAUL) è risultata più efficace nei pazienti che ricevono un trattamento prima della progressione avanzata della malattia. Tuttavia, anche i pazienti più anziani vedono un beneficio, in genere un miglioramento di uno o due gradi di zoppia. 

Lo stadio terminale della malattia richiede la sostituzione dell'articolazione del gomito.

 

 
 
Data Evento Posizione


Italian
Powered by TranslatePress »